C'era la nebbia a Milano

Fausto Morandi capisce subito che c’è qualcosa che non va quando rientrando a casa non trova sua moglie Ornella ad aspettarlo. Sono sposati da sei anni e tutto si può dire della donna, tranne che non fosse una persona prevedibile. Dopo aver trascorso la notte intera a chiamare ospedali e a rovistare tra i cassetti, riesce a raccogliere un unico indizio: Ornella si era decisa a vendere un prezioso francobollo appartenuto al padre e aveva un appuntamento con un famoso filatelico del capoluogo lombardo: Armando Lavezzari. Il brigadiere a cui viene esposta la denuncia incrocia subito gli elementi, il nome di Lavezzari era già noto a quel commissariato per una truffa in cui era stato coinvolto.
Le sorprese non sono finite per Fausto: sua moglie ha revocato anche la delega sul conto in comune. Tutti gli indizi fanno pensare a una scomparsa volontaria della donna e per Fausto, che ha tutto da perdere e non ha la coscienza pulita, Ornella diventa il nemico di cui cercare di anticipare le mosse per fare in modo che i suoi tradimenti non vengano a galla, almeno non agli occhi degli altri. Per questo decide di ingaggiare un investigatore privato che risolva il caso al più presto e tuteli la sua reputazione. In un’affascinante Milano degli anni 60’ il giallo iniziale della scomparsa prende improvvisamente un’altra forma e diventa una sfida mozzafiato tra i due coniugi in cui solo il vincitore prende tutto.

Franco Di Leo

Nato a Milano nel 1950, laureato sia in giurisprudenza sia in scienze politiche, è regista e sceneggiatore teatrale e radiofonico. Per diversi anni ha collaborato con il settimanale Extra del quotidiano Corriere del Ticino di Lugano con articoli di attualità e di costume.
Ha scritto quattro romanzi: Il ponte di Waterloo, I ghiri sotto il tetto, La sinfonia Jupiter [finalista concorso “Il mio esordio” 2012] e C’era la nebbia, in quegli anni [finalista concorso “Fai viaggiare la tua storia” 2017], una serie di racconti e saggi critici in campo letterario e storico. Ha tradotto e adattato diversi testi teatrali ed è autore di due commedie Il pianista di quarta classe, dedicato alla vita del compositore Gioachino Rossini e Continua à habitare nel Ghetto, vicende semiserie degli ebrei nella Venezia del Cinquecento, dal saggio di Riccardo Calimani L’inquisizione a Venezia.

Prodotti correlati

No exit

No exit

Taylor Adams
Fuoco invisibile

Fuoco invisibile

Javier Sierra
La città degli inganni
La scomparsa di Novella Tammone

La scomparsa di Novella Tammone

Salvatore Molianri
Il metodo Verboski

Il metodo Verboski

Roberto Bertini
Il cuore della sirena

Il cuore della sirena

Greta Ghiselli