Che cosa succede in Catalogna
Un grande scrittore contro il pregiudizio, l'indifferenza e l'incomprensione

Il caso della Catalogna è diventato forse suo malgrado un simbolo di quest’Europa turbolenta, tra crisi greca, Brexit e ascesa dei populismi. Ma la storia complicata delle pulsioni separatiste catalane non si esaurisce nel respiro corto del presente, né si può ridurre alla versione semplificata che spesso in malafede ne danno le parti in causa.

Eduardo Mendoza, catalano illustre e grande romanziere, vincitore nel 2016 del massimo riconoscimento letterario spagnolo, il Premio Cervantes, non ne poteva più delle assurdità, delle mistificazioni e della confusione generale intorno al tema.

Così ha scritto questo pamphlet colto e spiazzante, che non si immischia con l’attualità politica e rovescia ogni singolo mito e contromito dell’indipendentismo catalano: dal fantasma sovradimensionato di Francisco Franco al favolistico quadretto della Catalogna rurale, dall’immagine turistica della Barcellona modernista e cosmopolita fino allo spauracchio della democrazia minacciata, agitato sia dai separatisti sia dal governo di Madrid.

Che cosa succede in Catalogna nasce da una consapevolezza: se tutto può essere frainteso e manipolato, se ogni traccia storica può ridursi a pezza d’appoggio per una fazione o l’altra, lo scrittore non deve schierarsi ma indurci a riflettere, anche a costo di trovarsi isolato.

Traduzione di Bruno Arpaia

Eduardo Mendoza

Eduardo Mendoza è nato a Barcellona nel 1943. Ha esordito nel 1975 con il romanzo La verità sul caso Savolta (Feltrinelli), affermandosi da subito come uno dei più apprezzati scrittori della sua generazione. Ha pubblicato oltre venti libri, prevalentemente di narrativa, tra i quali Nessuna notizia di Gurb (1990, Feltrinelli) e Riña de gatos. Madrid 1936 (Premio Planeta nel 2010) in corso di pubblicazione per DeA Planeta. Ha ricevuto, tra gli altri, il Premio Liber, il Premio Franz Kafka e, nel 2016, il Premio Cervantes.

Articoli correlati

Appuntamento al Festivaletteratura di Mantova con Karin Bojs, Agnese Codignola ed Eduardo Mendoza

Redazione | 7.9.2018
Dal 5 al 9 settembre 2018 si tiene a Mantova la XXII edizione di Festivaletteratura: cinque giorni di incontri con autori...

Potrebbero piacerti anche

Città sospesa

Città sospesa

Eduardo Mendoza

Prodotti correlati

Vie di fuga

Vie di fuga

Adriano Favole
Lsd

Lsd

Agnese Codignola
Il bene possibile

Il bene possibile

Gabriele Nissim
La cultura ci rende umani

La cultura ci rende umani

Edoardo Albinati, Stefano Allovio, Jean-Loup Amselle, John Eskenazi, Vittorio Lingiardi, Paola Mastrocola, Marta Mosca, Adriano Favole
Diana

Diana

Vittorio Sabadin
Atlante delle emozioni umane

Atlante delle emozioni umane

Tiffany Watt Smith