Gli Etruschi. Storia e civiltà

Nuova Edizione

Giovannangelo Camporeale

Accostarsi agli etruschi significa ritornare alle radici più antiche e profonde della nostra civiltà.
È per questo motivo che, fin dall’antichità, questo popolo è stato oggetto di meditazioni assidue e di innumerevoli studi. Tuttavia molto resta ancora da capire e da scoprire. In questi ultimi anni gli strumenti a disposizione dell’archeologo si sono notevolmente affinati e hanno fatto propri i risultati – qualificati e ormai irrinunciabili – della ricerca antropologica, sociologica, geologica e genetica. Inoltre le recenti scoperte dei «santuari portuali» di Pyrgi e di Gravisca e l’intensa attività di scavo nelle aree urbane (fra le tante, quelle di Cerveteri e Tarquinia, Montalcino e Murlo, Acquarossa e Massa Marittima) hanno consentito di conseguire informazioni di capitale importanza in fatto di urbanistica e architettura domestica, con le relative implicazioni sociali, economiche, politiche e culturali, contribuendo così a delineare una visione del mondo etrusco più articolata (e quasi certamente più veritiera di quella disponibile fino a pochi decenni addietro).
Tenendo conto di questo vastissimo materiale e attraverso un’analisi meticolosa delle testimonianze storiche, religiose, letterarie e artistiche, Giovannangelo Camporeale traccia un quadro d’insieme organico e approfondito, che si estende dalle ultime manifestazioni dell’età del bronzo fino all’epoca romana e ci fornisce, con questo libro, una preziosa lente per la comprensione della civiltà etrusca. Origini, storia, arte, organizzazione politica, vita pubblica e privata sono magistralmente delineate in quest’opera che, profondamente riveduta dall’autore in occasione di questa nuova edizione dettata dalle recentissime scoperte (ultima quella della prima iscrizione etrusca ritrovata a Firenze nel marzo del 2004), si impone ormai come un classico. A completare il volume, vi è un nutrito apparato iconografico che accompagna il lettore attraverso i siti e i reperti archeologici.

Giovannangelo Camporeale è professore ordinario di Etruscologia e Archeologia italica all’Università di Firenze, coordinatore del corso di Etruscologia all’Università per stranieri di Perugia, membro del Consiglio scientifico dell’Istituto per l’Archeologia Etrusco-italica del CNR di Roma e del Consiglio della Fondazione del Lexicon Iconographicum Mythologiae Classicae. Dal 1980 dirige gli scavi archeologici dell’Accesa a Massa Marittima e dal 1997 è presidente dell’Istituto Nazionale di Studi Etruschi e Italici.
Ha curato alcune delle mostre più importanti sugli etruschi tenutesi in Italia e all’estero e i relativi cataloghi, tra cui L’Etruria mineraria (1985) e Gli Etruschi e l’Europa (1992). Fra le sue numerose opere scientifiche segnaliamo: La tomba del Duce (1967), I commerci di Vetulonia in età orientalizzante (1969), La collezione Alle Querce (1970), Buccheri a cilindretto di fabbrica orvietana (1972), La caccia in Etruria (1984), La collezione C.A. Impasti e buccheri (1991), L’abitato etrusco dell’Accesa. Il quartiere B (1997) e Gli Etruschi fuori d’Etruria (2001).

Potrebbero piacerti anche

Danza o muori

Danza o muori

Ahmad Joudeh
Mamma, ci siamo persi a New York
No exit

No exit

Taylor Adams

Prodotti correlati

Il tempo dei lupi

Il tempo dei lupi

Riccardo Rao
L'ultimo re di Napoli

L'ultimo re di Napoli

Gigi Di Fiore
L'uomo della provvidenza

L'uomo della provvidenza

Arrigo Petacco
Il bene possibile

Il bene possibile

Gabriele Nissim
Tunnel

Tunnel

Greg Mitchell
Il dossier Hitler