Il caso Zamboni
La prima indagine del commissario Solerti

31 ottobre 1926. Benito Mussolini è in visita a Bologna per i festeggiamenti del quarto anniversario della marcia su Roma quando il suono di uno sparo rimbomba in via dell’Indipendenza. Il proiettile sfiora la giacca del capo del governo e per pochissimo non lo colpisce. Sembrano non esserci dubbi, il ragazzo che si trova a distanza ravvicinata dall’automobile con in mano una pistola ha sferrato il colpo: il quindicenne Anteo Zamboni, figlio del sedicente anarchico Mammolo Zamboni, viene ferocemente linciato dalle guardie e dalla folla e il suo corpo rimane morente ai bordi della piazza. Nei giorni successivi all’attentato vengono varate le Leggi Speciali a difesa dello Stato che mettono fuori legge partiti e sindacati contrari al Fascismo e istituiscono il Tribunale Speciale. L’opinione pubblica è allarmata da questo nuovo scenario, qualcuno insinua che il giovane Zamboni sia solo un capro espiatorio e il questore di Bologna Pietro De Benedectis decide di aprire un’inchiesta parallela dopo aver riscontrato diversi elementi contraddittori e troppa fretta nel chiudere il caso.

Le indagini vengono affidate al giovane commissario Emiliano Solerti e al suo assistente Nicola Clemente. I due iniziano subito a interrogare i presenti alla manifestazione e molti indizi, oltre che alcune testimonianze regolarmente registrate, riportano a un’altra figura  presente quel giorno alla manifestazione, in particolare a un dettaglio inequivocabile: un gabardine marrone, che Anteo Zamboni certamente non indossava.

Tra colpi di scena, segreti indicibili e personaggi insospettabili, l’attentato a Benito Mussolini e il linciaggio di Anteo Zamboni sembrano poter cambiare il destino dell’Italia. Di cosa si tratta? Riusciranno Emiliano Solerti e il suo assistente a scoprire la verità?

Andrea Prandstraller

Andrea Prandstraller è nato a Padova il 20 maggio 1959.  Regista documentarista e sceneggiatore ha scritto e diretto numerosi documentari di attualità, storia ed arte per emittenti italiane ed europee. La sua sceneggiatura Nudi alla meta scritta con Marco Pettenello ha vinto ex-equo il “Premio Franco Solinas” edizione 2007. Il caso Zamboni è il suo primo romanzo.

Potrebbero piacerti anche

Giallo scuro

Giallo scuro

Vincenzo Lauricella
Suburn

Suburn

Laura Lippman
La ragazza invisibile

Prodotti correlati

La cena segreta

La cena segreta

Javier Sierra
Come un padre

Come un padre

Marco Martani
Non era vero

Non era vero

Clare Mackintosh
Piove deserto

Piove deserto

Ciro Auriemma, Renato Troffa
Annabelle

Annabelle

Lina Bengtsdotter