Il delegato Poznań è stanco
Loro ti osservano, Loro ti ascoltano, Loro sanno sempre dove sei…

Nei territori della vecchia Europa, nell’era successiva al IV Conflitto, il delegato per la Salvaguardia Pubblica Poznań è alla prese con il caso più delicato della sua carriera. Una cellula terroristica ha rapito il giovane amante del Ministro della Propaganda e i vertici del nuovo ordine annaspano nel panico più totale. Rimettere insieme i pezzi di un mosaico di cui si conosce solo un frammento è un’impresa ardua anche per uno degli investigatori più esperti dell’apparato. Così, mentre Poznań fatica a sciogliere tutti i nodi dell’intricata vicenda, la realtà intorno a lui, lentamente, perde nitidezza. Ombre si addensano sui volti dei più insospettabili esponenti del regime, solo maschere di cui lo stesso Poznań comincia a dubitare. Chi è la vera vittima in tutto questo caos? Cosa si nasconde dietro al rapimento dell’amante del Ministro? Ma soprattutto, perché è stato scelto proprio lui? Perché proprio Poznań?

Stefano Valente

Stefano Valente, glottologo e lusitanista, è studioso delle lingue e letterature iberoromanze. Da sempre attento alle varie forme della lingua e dei linguaggi, amacimentarsi nelle diverse forme narrative. È autore del romanzo storico Del Morbo – Una cronaca del 1770, del thriller esoterico Lo specchio di Orfeo tradotto anche in portoghese, del romanzo Di altre metamorfosi con cui ha vinto il premio Linguaggi Neokulturali e di La serpe e il mirto. 

Prodotti correlati

Giallo scuro

Giallo scuro

Vincenzo Lauricella
Come un padre

Come un padre

Marco Martani
La ragazza invisibile
Non era vero

Non era vero

Clare Mackintosh
Piove deserto

Piove deserto

Ciro Auriemma, Renato Troffa
Annabelle

Annabelle

Lina Bengtsdotter