Il paradiso è un giardino selvatico
Storie ed esperimenti di botanica per artisti

Il nostro rapporto con la natura è sempre più ambivalente: può lasciarci estasiati o insensibili, ma nessuno di questi due approcci è in grado di creare una vera armonia tra la nostra vita e l’ambiente che ci ospita. Per questo, secondo Antonio Perazzi, anche l’arte di progettare un giardino oggi va ripensata in modo radicale. Non si tratta di tracciare geometrie in cui ingabbiare la natura, ma di dare vita a un organismo complesso, che sia libero di crescere e svilupparsi in autonomia, senza il bisogno di un assiduo intervento umano. Il giardino del futuro, più che a un’architettura, deve somigliare a un animale. Un animale selvatico.

In questo poetico manuale di “botanica per non botanici”, Perazzi ci fa sperimentare la sua visione: spiega come osservare e comprendere gli spazi, come scegliere le piante giuste e come prendersene cura, raccontando al contempo le storie nascoste nei giardini che ha creato e vissuto. Perché solo la conoscenza può tramutare un giardino in paesaggio: un’opera d’arte che evolve nel tempo.

Antonio Perazzi

è botanico, paesaggista e scrittore. Dopo gli studi al Politecnico di Milano e ai Royal Botanic Gardens di Londra, ha progettato giardini pubblici e privati in tutto il mondo. Con Pia Pera ha pubblicato Contro il Giardino (Ponte alle Grazie 2007).

Novità

Figure piscianti

Figure piscianti

Jean-Claude Lebensztejn
Schadenfreude

Schadenfreude

Tiffany Watt Smith
Numeri intelligenti

Numeri intelligenti

Nick Polson, James Scott
Identità

Identità

Francis Fukuyama
Come si diventa leghisti

Come si diventa leghisti

David Allegranti
Il mondo in un dollaro

Il mondo in un dollaro

Dharshini David