La donna del maestro
Costanza Piccolomini e Gian Lorenzo Bernini, amore e tradimenti nella Roma barocca

Costanza Piccolomini è povera, bella e incosciente, nipote lontana di due papi. A 18 anni sposa uno scultore lucchese, Matteo Bonucelli, grande bevitore e un po’ stravagante. Un giorno Matteo viene ingaggiato dal grande Gian Lorenzo Bernini per i lavori in San Pietro. Attraverso il legame lavorativo del marito con l’artista, Costanza ne diventa la musa e l’amante: per qualche anno ottiene vantaggi materiali, ma fatica a gestire il sommo scultore, geloso, infedele e soprattutto impegnato. Annoiata e trascurata, inizia una tresca con Luigi, fratello minore di Gian Lorenzo. Inizia così una serie di violenze e vendette che porteranno inesorabilmente le strade dei quattro a separarsi tra ospizi, fughe fuori città e il giudizio spietato dell’opinione pubblica. Una storia ispirata alla figura affascinante di Gian Lorenzo Bernini.

Simona Moschini

Abita a Mantova, dove è nata nel 1971. Dopo il liceo classico si è laureata in scienze politiche con tesi sui rapporti fra i Gonzaga e la Spagna. Non potrebbe vivere senza libri, cinema, yoga e animali. Scrive da anni sperimentando i generi. Nel 2015 ha pubblicato un giallo, Il club mantovano dei suicidi.  

Potrebbero piacerti anche

Prodotti correlati

Cosa resta dell’estate

Cosa resta dell’estate

Veronica Roth, Stephanie Perkins, Cassandra Clare
Bianca

Bianca

Francesca Pieri