La donna del maestro
Costanza Piccolomini e Gian Lorenzo Bernini, amore e tradimenti nella Roma barocca

Costanza Piccolomini è povera, bella e incosciente, nipote lontana di due papi. A 18 anni sposa uno scultore lucchese, Matteo Bonucelli, grande bevitore e un po’ stravagante. Un giorno Matteo viene ingaggiato dal grande Gian Lorenzo Bernini per i lavori in San Pietro. Attraverso il legame lavorativo del marito con l’artista, Costanza ne diventa la musa e l’amante: per qualche anno ottiene vantaggi materiali, ma fatica a gestire il sommo scultore, geloso, infedele e soprattutto impegnato. Annoiata e trascurata, inizia una tresca con Luigi, fratello minore di Gian Lorenzo. Inizia così una serie di violenze e vendette che porteranno inesorabilmente le strade dei quattro a separarsi tra ospizi, fughe fuori città e il giudizio spietato dell’opinione pubblica. Una storia ispirata alla figura affascinante di Gian Lorenzo Bernini.

Simona Moschini

Abita a Mantova, dove è nata nel 1971. Dopo il liceo classico si è laureata in scienze politiche con tesi sui rapporti fra i Gonzaga e la Spagna. Non potrebbe vivere senza libri, cinema, yoga e animali. Scrive da anni sperimentando i generi. Nel 2015 ha pubblicato un giallo, Il club mantovano dei suicidi.  

Potrebbero piacerti anche

Prodotti correlati

Bianca

Bianca

Francesca Pieri
Mia figlia è un’astronave

Mia figlia è un’astronave

Francesco Mandelli
Il filo che ci unisce

Il filo che ci unisce

Robin Benway
Nebbia a Tangeri

Nebbia a Tangeri

Cristina López Barrio