La grammaire est une chanson douce
Vingtième

Jeanne, la narratrice, è un’adolescente come tante altre, che vive la scuola combattuta tra il modo affascinante di presentare la lingua francese dalla sua insegnante e le teorie di un’austera ispettrice, che vuole trasformare tale lingua in una scienza esatta. La sua esperienza comincerà quando, imbarcatasi con il fratello per andare a trovare il padre oltreoceano, fa naufragio e approda su un’isola sconosciuta. I due ragazzi scoprono un territorio magico, in cui le parole vivono al ritmo delle dolci canzoni del musicista poeta Monsieur Henri: si mascherano, si truccano, si sposano.

È una passeggiata nella città delle parole, piena di umorismo e di poesia, in cui le regole vengono formulate con leggerezza, le tribù di verbi e aggettivi e gli orologi del presente e del passato sono addomesticati a poco a poco. Un libro che rivela la passione dell’autore per le parole e per la lingua francese, ma anche la sua rivolta contro l’incapacità della scuola di trasmettere questo gusto e questo amore; un testo vivace e allegro, illustrato dai disegni a colori della versione originale.

Erik Arnoult

Erik Orsenna (pseudonimo di Erik Arnoult) (Parigi22 marzo 1947) è uno scrittore francese. È membro dell’Académie française dal 1998

Dopo gli studi in filosofia, scienze politiche e economia, diventa ricercatore ed insegnante nel campo della finanza internazionale e dell’economia dello sviluppo in varie istituzioni, tra cui la Sorbona, l’École normale supérieure e la London School of Economics. Nel 1981 diventa consigliere del ministro della cooperazione, Jean-Pierre Cot, occupandosi di negoziazioni multilaterali e materie prime.

Dopo essere diventato consigliere culturale di François Mitterrand dal 1983 al 1984, è stato nominato maître des requêtes al Consiglio di stato nel dicembre 1985, poi consigliere di stato nel luglio 2000. È membro dell’Alto consiglio della francofonia. Dal 2002, fa parte del comitato di sorveglianza del gruppo Canal+ e dal 2004 anche di quello di Telfrance.

Ha ricevuto il Prix Goncourt e il Prix Goncourt des lycéens nel 1988 per il romanzo L’Exposition coloniale. Occupa il seggio 17 dell’Académie française dal 28 maggio 1998.

Dall’ottobre 2007 fa parte del consiglio di amministrazione dell’École normale supérieure, designato su proposta del ministro degli esteri francese.

Ha fatto parte della Commissione Attali, che ha presentato il suo rapporto al presidente della repubblica il 23 gennaio 2008.

Prodotti correlati

Rübezahl

Rübezahl

Achim Seiffarth
Adventures of Huckleberry Finn

Adventures of Huckleberry Finn

Samuel Langhorne Clemens
Niebla

Niebla

Miguel De Unamuno
Recetas peligrosas

Recetas peligrosas

Cristina Alegre Palazón
Germinal

Germinal

Emil Zola
L'Avare et autres pièces

L'Avare et autres pièces

Jean-baptiste Poquelin