La luce di un giorno di pioggia
Non esiste un momento migliore di adesso per imparare a essere felici

«Vivi ogni istante come se fosse l’ultimo.» Facile a dirsi, un po’ meno a farsi, soprattutto se sei ancora giovane e il tuo corpo non perde occasione per ricordarti che il futuro, ormai, è questione di mesi. Tre mesi, per la precisione: cento giorni per realizzare, provare, scoprire tutto quello che hai sempre sognato e che forse non hai mai trovato il coraggio di confessare neppure a te stessa. È questa la sfida che Polly lancia alla neo-amica Annie, conosciuta tra i corridoi e le spoglie sale di attesa di un ospedale e subito adottata come una bimba farebbe con un cucciolo fradicio in un giorno di pioggia. Peccato che sia Polly, e non Annie, a dover morire, e Annie, non Polly, ad aver perso la voglia di andare avanti. Nasce così, da un incontro fra due destini di segno all’apparenza contrario, un’amicizia un po’ matta, quasi sempre luminosa, qualche volta disperata. In grado di cambiare tutto proprio quando l’epilogo sembrava già scritto.

Eva Woods

Eva Woods è nata in Irlanda ed è cresciuta a stretto contatto con una zia che concludeva ogni frase con l’invocazione «Sempre che Dio ci risparmi». Del tipo: «Domani andremo alla spiaggia, sempre che Dio non decida di sterminarci tutti stanotte». Immaginate l’allegria! Da qualche anno Eva si è trasferita a Londra, dove si sforza di pensare positivo ma anche di far posto ai momenti di tristezza.

Prodotti correlati

Mia figlia è un’astronave

Mia figlia è un’astronave

Francesco Mandelli
Nebbia a Tangeri

Nebbia a Tangeri

Cristina López Barrio
I colori dell'edera

I colori dell'edera

Paola Montemurro
Noi due

Noi due

Giovanna Zucca
Tutto questo ti darò

Tutto questo ti darò

Dolores Redondo
Domani ti porto al mare

Domani ti porto al mare

Rosa Maria Colangelo