Liv, Forever
Solo l'amore puà vincere il destino

Ci sono segreti che non dovrebbero essere mai rivelati.
E maledizioni che non dovrebbero essere mai risvegliate.<br/ 
La vita di Liv Bloom è sempre stata un disastro. Un continuo susseguirsi di famiglie affidatarie, delusioni e fallimenti. Ecco perché, quando Liv vince una borsa di studio per Wickham Hall, la più prestigiosa accademia d’arte dello stato, è al settimo cielo. L’arte non è solo la sua più grande passione, ma anche l’unica possibile via di fuga da una vita che detesta. E poco importa che l’atmosfera di Wickham Hall sia a dir poco spettrale, che gli antichi edifici abbiano un aspetto sinistro e che ogni angolo della scuola risuoni di misteri e premonizioni. Liv è troppo felice per farci caso. Tanto più che Malcolm, il ragazzo più bello e talentuoso dell’accademia, sembra essersi disperatamente innamorato di lei. Presto, però, l’idillio si infrange. Perché nemmeno l’amore di Liv e Malcolm può ignorare l’antica maledizione che si nasconde tra i corridoi di Wickham Hall. Una maledizione che porta con sé una lunga scia di sangue. E che ora vuole reclamare la felicità di Liv.

Amy Talkington

Amy Talkington è cresciuta a Dallas, e poi ha frequentato un collegio sulla East Coast. La passione per la scrittura è iniziata con una serie di articoli musicali per riviste come Spin, Ray Gun, Interview e Seventeen (soprattutto per avere modo di passare il tempo con delle rock star). Poi Amy è entrata nel mondo del cinema. Diventata sceneggiatrice e regista, ha realizzato molte serie TV di successo. Vive a Los Angeles. Liv forever è il suo primo, straordinario romanzo.
www.amytalkington.com

Potrebbero piacerti anche

Liv forever

Liv forever

Amy Talkington

Prodotti correlati

Il filo che ci unisce

Il filo che ci unisce

Robin Benway
Fai un salto

Fai un salto

Sabina Colloredo
La teoria imperfetta dell'amore
Ogni nostro segreto

Ogni nostro segreto

Katie McGarry
Un cattivo ragazzo come te

Un cattivo ragazzo come te

Huntley Fitzpatrick
Perfect 2

Perfect 2

Alison G. Bailey