Origine e natura degli affetti

L’opera più importante del filosofo olandese Baruch Spinoza (1632-1677), l’Ethica ordine geometrico demonstrata, di cui qui si propongono i capitoli della quarta parte, fu edita postuma nel 1677. “Tratterò della natura e delle forze degli affetti e del potere della mente su di essi. Considererò le azioni e i desideri umani come se si trattasse di linee, di superfici e di corpi”, si legge. Anche l’etica infatti deve essere sottoposta a una logica rigorosa, che preveda l’analisi di sentimenti e passioni e allo stesso tempo l’interazione fra mente e corpo. Non è possibile razionalizzare completamente la passione, ma d’altra parte fra questa e la ragione non esiste alcuna dicotomia. Come scrive Spinoza, per governare i sentimenti è prima di tutto ai sentimenti che bisogna rivolgersi.

Potrebbero piacerti anche

Prodotti correlati

Identità

Identità

Francis Fukuyama
Rompere le regole

Rompere le regole

Marco Belpoliti, Giovanni De Luna, Nicola Gardini, Nadia Fusini, Fabrizio Gifuni, Francesca Rigotti
La partita perfetta

La partita perfetta

Corrado Del Bò, Filippo Santoni de Sio
Antinomia ben temperata

Antinomia ben temperata

Andrea Carandini
Storia della Filosofia 1

Storia della Filosofia 1

Nicola Abbagnano