Falso Natale
Bufale, storie e leggende della festa più importante dell’anno

Ogni anno, il 25 dicembre, ci scambiamo doni sotto il tradizionale albero: imitiamo così i tre re magi che 2018 anni fa, guidati da una stella cometa fino a Betlemme, festeggiarono la nascita di Gesù nel gelo di una grotta appena riscaldata dal fiato di un bue e di un asino.

E se vi dicessimo che ci sono almeno sette fake news nella frase precedente? Che nei Vangeli non si parla di dicembre, non c’è nessuna grotta, né tantomeno buoi o asini, che i magi non erano tre e non erano re, che la stella non era cometa?

Falso Natale affronta uno dopo l’altro gli elementi della tradizione natalizia e ne ricostruisce l’avventurosa e curiosissima storia: scopriamo per esempio che la data del 25 dicembre è stata scelta (puro marketing evangelico) perché coincideva con la festa pagana dedicata al Sole; che l’albero si è diffuso in tutta Europa come moda aristocratica, introdotta in Italia da Margherita di Savoia e in Inghilterra dalla regina Vittoria; che il bue e l’asinello sono il frutto di un errore di traduzione dall’ebraico al greco; che dietro la Befana bitorzoluta si nasconde addirittura la fulgida dea Diana; che Babbo Natale magari non è stato inventato dalla Coca-Cola, ma reinventato sì; che la festa come la conosciamo oggi non risale oltre il Canto di Natale di Dickens e la Rivoluzione industriale, in un tripudio di cartoline e pacchetti argentati.

Insomma il Natale è una sciocchezza, una favoletta per sciocchi, una festa consumistica senza senso? Tutt’altro. Ma attraverso le mille storie contenute in questo piccolo libro colto, tanto ironico quanto rispettoso, Errico Buonanno ci spiega che ogni tradizione culturale o religiosa non nasce mai dal nulla, né rimane incorrotta e intatta per sempre, ma si sedimenta e modifica nei decenni e nei secoli, grazie a continue rielaborazioni, riscritture, contaminazioni e pure casualità.

D’altra parte se anche Babbo Natale non esiste, non significa che dobbiamo smettere di crederci.

 

«Questo è un invito a riscoprire il Natale. La cui costruzione ha coinvolto politici, fedeli di molte religioni, traduttori sbadati, nemici del Papa, pittori, streghe, eretici, imperatori romani, imperatori germanici, pubblicitari, santi, truffatori, divinità nordiche, esploratori. E che soltanto di traverso ha avuto a che fare con la nascita di un uomo, chissà, sì, forse lì a Betlemme, un giorno di un anno imprecisato, più o meno due millenni fa.»

Potrebbero piacerti anche

Sarà vero

Sarà vero

Errico Buonanno

Prodotti correlati

Elisabetta, l'ultima regina

Elisabetta, l'ultima regina

Vittorio Sabadin
La trama del mondo

La trama del mondo

Kassia St Clair
Notti magiche

Notti magiche

Errico Buonanno, Luca Mastrantonio
Jack lo Squartatore
Storia dell’Europa in 24 pinte

Storia dell’Europa in 24 pinte

Mika Rissanen, Juha Tahvanainen