Un papà in diretta

Daniel Hope ha undici anni. Vive con la madre, la sorella Grace, dal carattere non proprio accomodante, e un cane incontinente in un caseggiato dal nome poetico di Paradise Parade, dove però di poetico c’è ben poco; Daniel ha un desiderio, struggente e irrealizzabile: una speranza che non vuole morire neanche di fronte alle prove più inequivocabili della sua assurdità, e marchia la sua vita come quel suo cognome che diventa quasi una condanna. Daniel vuole un padre: anzi, no, Daniel vuole SUO padre, l’uomo che li ha abbandonati quattro anni prima per farsi una nuova vita insieme a un’altra donna, e che non è più tornato. E adesso che è diventato un noto presentatore televisivo, Daniel lo vede tutte le sere, dietro lo schermo che rende quasi tangibile quel suo esserci e non esserci. Ma Daniel è disposto a perdonare ogni cosa.

Potrebbero piacerti anche

Abbagnano. Una vita per la filosofia

Abbagnano. Una vita per la filosofia

Rosanna Panelli Marvulli, Giovanni Fornero
Che giornata di merda!

Che giornata di merda!

Lotta Sonninen

Prodotti correlati