Viaggiatori del Seicento

Viaggiatori del Seicento

“Godono ancora la frescura d’un’altra pianta, che fa le foglie molto verdi e grandi, a tale che vi può star sotto una persona al rezzo, e fa una certa sorte di frutte lunghe un palmo ed altre meno, che chiamano “bananas”, grosse come un cetriolo e da la buccia liscia, che si monda come quella del fico nostrale, ma assai più grossa e soda, e quello che resta di dentro si mangia ed è di sapore dolce ed aspetta al dente, quasi popone ben maturo ma più asciutto e senza sugo”.

Francesco Carletti

Potrebbero piacerti anche

Caro maestro

Caro maestro

Alessandro Q. Ferrari
Un anno alle medie

Un anno alle medie

Annalisa Strada
Chi sono? Io. Le altre. E gli altri

Chi sono? Io. Le altre. E gli altri

Daniele Grassucci, Federico Taddia

Prodotti correlati

Segnali di fumo

Segnali di fumo

Andrea Camilleri
La rivoluzione democratica in Francia

La rivoluzione democratica in Francia

Alexis de Tocqueville, Nicola Matteucci
Antichità giudaiche

Antichità giudaiche

Giuseppe Flavio
Il capitale

Il capitale

Karl Marx