La città degli inganni

Consonno, la città dei balocchi che non c’è più, diventa teatro di un thriller psicologico in cui s’intrecciano le storie del dottor Adelardo, un ex impiegato, imprenditore, bandito, figura politica e, infine, paziente del Centro Medico Psichiatrico “Il Minareto”, con le imprevedibili vicissitudini scaturenti dal rapporto che viene a instaurarsi con l’infermiere a lui dedicato. Una storia di amicizia, di amore e mistero che esplora tematiche sociali, economiche, politiche, scientifiche e filosofiche. I ricordi di Adelardo, alias Ado, illustrano il suo percorso di vita costellato da iperboliche ascese e cadute rocambolesche, alle quali fa da contraltare la noia assuefacente della quotidianità metodica e schematica di Consonno. Quando i due, finalmente, tenteranno insieme di interrompere la deprimente routine dell’istituto psichiatrico che li avvolge in un lento e inesorabile abbraccio mortale, scopriranno che non tutto è come sembra e che la via per la libertà è ostacolata dai condizionamenti e dalle scelte compiute durante il cammino.

 

 

Prodotti correlati