Opere politiche.Lo Stato, Le leggi, I doveri
Lo Stato, le leggi, i doveri

Le professioni in cui si trova maggior opera d’ingegno o grande vantaggio, come la medicina, l’architettura, l’insegnamento della arti liberali, sono decorose per coloro alla cui condizione si addicono. Il commercio poi, se esercitato alla spicciola, è da considerarsi indecoroso; se poi lo è in grande, importando moltissime merci da ogni dove e distribuendole a molti senza ricorrere a frode non è affatto da biasimare.

Quibus autem artibus aut prudentia maior inest aut non mediocris utilitas quaeritur, ut medicina, ut architectura, ut doctrina rerum honestarum, eae sunt iis, quorum ordini conveniunt, honestae. Mercatura autem, si tenuis est, sordida putanda est, sin magna et cpiosa, multa undique apportans multisque sine vanitate impertiens, non est admodum vituperanda.

— Cicerone, De officiis

Potrebbero piacerti anche

Prodotti correlati

La rivoluzione democratica in Francia

La rivoluzione democratica in Francia

Nicola Matteucci, Alexis de Tocqueville
Antichità giudaiche

Antichità giudaiche

Giuseppe Flavio
Il capitale

Il capitale

Karl Marx
Scritti politici

Scritti politici

Georges Sorel