Dō. Il cammino giapponese per la felicità

Dō. Il cammino giapponese per la felicità

Un libro che racchiude il fascino senza tempo e l’essenza della cultura giapponese, ma traccia anche un cammino verso la felicità che possiamo percorrere nella vita di ogni giorno 

Da ogni parte del mondo si guarda al Giappone come al luogo in cui i contrasti più estremi – modernità e tradizione, rapido progresso tecnologico e capacità di fermarsi di fronte alla bellezza – riescono non solo a coesistere ma anzi a fondersi, dando vita a una cultura di inesauribile fascino. L’esempio più chiaro di questa poliedricità sono i numerosi giapponesi che dopo il lavoro abbandonano computer e telefoni, corrono a cambiarsi d’abito e si dedicano a praticare una delle arti tradizionali, concentrandosi su profumi suggestivi e compiendo gesti antichi e solenni. Kyudō, il tiro con l’arco, e shodō, la calligrafia; kadō, l’arte di disporre i fiori, e chadō, la cerimonia del tè: nei nomi di tutte queste discipline compare l’ideogramma , che significa “cammino, via”, perché lo scopo di chi le pratica non è raggiungere un obiettivo, un livello prestabilito. È percorrere il cammino stesso, lasciando che le sfide, le diffcoltà e le soddisfazioni incontrate lungo la via rafforzino e migliorino la propria personalità, con la consapevolezza di poter sempre muovere un altro passo in avanti, senza mai arrivare alla perfezione. Junko Takahashi, nata in Giappone ma residente in Europa, e perfetto ponte tra Oriente e Occidente, in questo libro racconta la sua esperienza diretta con le arti della tradizione giapponese. Apre per noi una finestra straordinaria non solo su rituali secolari, ma anche sulla filosofi a che esprimono. E ci trasmette una saggezza che possiamo applicare ogni giorno, nella nostra personale ricerca della realizzazione, dell’armonia, della felicità.

Potrebbero piacerti anche

Prodotti correlati

Mindful eating

Mindful eating

Andy Puddicombe
Il metodo Sakuma

Il metodo Sakuma

Kenichi Sakuma
Il coraggio di non piacere

Il coraggio di non piacere

Ichiro Kishimi, Fumitake Koga
Il primo bacio

Il primo bacio

Alberto Pellai, Barbara Tamborini